15/07/2000 - La storia di Nabuc

Vai ai contenuti

15/07/2000

Rassegna stampa
LIBERAZIONE
15 Luglio 2000


Intitolata al re di Babilonia la rivista internet del “manicomio criminale” di Aversa
Nabucodonosor, il pazzo che guarì


Se provate a fare clic, un ometto in divisa a strisce comincia a sbattere le ali e parte una canzone: è “Je so’ pazze” di Pino Daniele. Siete sull’edizione internet de “La storia di Nabuc”, la rivista bimestrale di uno degli ospedali psichiatrici giudiziari più antichi d’Italia (esiste dal 1876), quello di Aversa. La prima pagina della rivista spiega le intenzioni della redazione, interamente formata da pazienti: «Non vi parleremo di cancelli, di follia, né di sofferenza, che pure ci sono. Non vi diremo da quanto tempo siamo qui, né che non sappiamo quando, e se, usciremo. Vogliamo non pensare al perché siamo finiti qui, alle cure non fatte, quando eravamo in tempo. Parliamo d’altro, oggi». Ed ecco il significato del titolo: «Parliamo di Nabucodonosor (per gli amici Nabuc), il re di Babilonia che impazzì per troppa superbia, e pazzo rimase per sette anni... e poi guarì». Lo psichiatra Adolfo Ferraro, direttore dell’ospedale da tre anni (ma attivo ad Aversa da 15), conferma: «Guarire è il vero obiettivo che hanno tutti i pazienti qui dentro, e poiché la legge che dovrebbe abolire questi istituti non arriva abbiamo deciso di puntare più sulla cura che sulla restrizione». Nascono così i laboratori terapeutici di musica, teatro, pittura, agricoltura. Altri pazienti hanno dato vita al Museo dell’ospedale, l’unico della città, quindi molto visitato, specie dalle scuole. Nell’ultimo anno le dimissioni tra i pazienti (attualmente 170) sono aumentate del 25 per cento. L’arrivo di 15 computer accantonati dal Comune ha dato il via all’operazione-Internet e alla rivista. «Un’utopia», dicono i redattori, «che vuol far ridere, ma anche pensare». “Nabuc” si trova nel più vasto sito dell’Ospedale, che offre tra l’altro una visita interattiva al Museo. Indirizzo: utenti. tripod. it/opgAversa.
Torna ai contenuti