15/05/2001 - La storia di Nabuc

Vai ai contenuti

15/05/2001

Rassegna stampa
Il Corriere di Caserta
15/05/2001


"Ricordi di scuola" nel giornalino del Saporito
Sesso nel manicomio giudiziario, se ne parla in
"La Storia di Nabuc"

E’ prossima l’uscita, del numero di maggio della rivista bimestrale, “La Storia di Nabuc“ edita dagli internati dell’ospedale psichiatrico giudiziario “Saporito“ di Aversa, che con le belle giornate, ha spostato gli incontri di redazione nell’area verde, dove al contatto con la natura si discute sugli argomenti da trattare. Dopo l’ultimo numero, nel quale fu pubblicata la carta dei diritti dei malati di mente, sancita a scopo provocatorio e in via del tutto informale, da parte degli stessi internati, insieme all’insegnante, Pina Giuliano, un altro argomento prevarrà fra le tante rubriche. La rubrica sarà intitolata, “Ricordi di Scuola”, e tratterà proprio le esperienze, i rimpianti malinconici, le ambizioni, e i ricordi divertenti che i ricoverati hanno voluto condividere con chi li leggerà, permettendo di fare lunghi passi indietro nel tempo, quando la scuola per molti di loro, era completamente diversa da quella che conosciamo adesso.  Accanto ad essa, ne emerge un’altra, “ Sex and the Opg “ che rimanda al delicato problema della sessualità vissuta tra le quattro mura, una sessualità che si consuma di nascosto nelle docce, e che a volte risponde al desiderio di una semplice sigaretta, che non tutti possono rimediare, tanto da ridurre l’essere umano ad una merce di scambio. Un problema, quello del sesso negato, che dovrebbe far riflettere sul concetto pieno, di mancanza di libertà, che sfocia in quelle che sono poi, le conseguenze dell’omosessualità in carcere.

Teresa Grandioso
Torna ai contenuti