+

PSICOLOGO PSICOTERAPEUTA: Dott. Massimiliano De Somma - PSICOTERAPIA NAPOLI - Rassegna stampa - Ancora abbiamo poesia e speranza - Psicoterapia Napoli: Dott. Massimiliano De Somma - Psicologo Psicoterapeuta

Dott. Massimiliano De Somma
Vai ai contenuti
Documenti > Rassegna stampa

Il Corriere di Caserta  15 Febbraio 2001




Aversa in Primo Piano


 

Storia di Nabuc
“Ancora abbiamo poesia e speranza”
Il giornalino degli internati e degli operatori, una breccia nel muro



AVERSA (T.G.) - "Non vi parleremo di cancelli, di follia, né di sofferenza, che pure ci sono. Non vi diremo da quanto tempo siamo qui, né che non sappiamo quando, e se, usciremo. Vogliamo dimenticare l'Haldol, il Serenase, le fascette alla Fiorentina. Vogliamo non pensare al perché siamo finiti qui, alle cure non fatte, quando ancora eravamo in tempo. Per una volta, vogliamo essere noi a dimenticare i nostri familiari, che non ci rivogliono. Parliamo d'altro, oggi. Parliamo di Nabucodonosor (per gli amici, Nabuc), il re di Babilonia che impazzì per troppa superbia, e pazzo rimase per sette anni... e poi guarì. L'abbiamo scelto come nostro Re, nostro rappresentante, perché porti a voi la nostra voce: ancora abbiamo poesia, fantasia e speranza da regalare a voi che ci leggete".

Tra le tante attività terapeutiche che stanno maturando nell'Opg di Aversa ne emerge una in particolare che consente un contatto degli internati, seppure immaginario, con l'esterno con 1'obiettivo di rompere quel muro, e valicare quei confini che separano il dentro dal fuori. Stiamo parlando della rivista bimestrale "La Storia di Nabuc" edita dagli ospiti dell'ospedale giudiziario, che insieme al caporedattore Massimiliano De Somma, uno psicologo, volontario si sono improvvisati giornalisti, credendo fortemente in questo lavoro di redazione. E' la loro rivista, che si differenzia dagli altri giornali, e che per la sua semplicità non vuole concorrere, ma è proprio questa diversità che la rende unica. Riesce a sopravvivere grazie agli abbonamenti dei lettori, e non ha alcuno scopo di lucro, in quanto è la stessa redazione di Nabuc, composta da ricoverati ed operatori che la stampa in proprio con l'unico obiettivo di consentire agli internati di stabilire un rapporto con l'esterno raccontando a volte anche con ironia, e in modo sgrammaticato, ma mai censurato, quelli che sono i piccoli e grandi drammi che si vivono ogni giorno in un ospedale giudiziario, senza tralasciare però i momenti di rilassamento con poesie, oroscopi bizzarri, e tanti sogni e fantasie da regalare a chi la leggerà. L'obiettivo è dunque di sconfiggere i pregiudizi di una società benpensante, facendo anche sorridere e convincere che in fin dei conti tanta pericolosità che si vuole attribuire ai ricoverati è infondata. Un folle terapeuta per sani? Anche questo potrebbe essere il suo scopo.

Chi volesse saperne di più su Nabuc, può visitare il sito internet, www.opgaversa.it

Napoli - Via Santo Strato a Posillipo, 14

Sant'Antimo (NA) - Via Antonio Gramsci, 12

Tel.:  338 744 58 62  

Torna ai contenuti