Dott. Massimiliano De Somma

Psicologo Psicoterapeuta

 

 

Piromania

 

La caratteristica fondamentale della Piromania è la presenza di episodi multipli di appiccamento deliberato e intenzionale di incendi. I soggetti affetti da questo disturbo provano tensione o eccitamento emotivo prima di appiccare l’incendio. Possono essere affascinati, interessati, incuriositi, o attratti dal fuoco e dai suoi contesti situazionali (per es., attrezzature, usi, conseguenze). I soggetti affetti da questo disturbo sono spesso osservatori usuali di incendi nel loro quartiere, possono lanciare falsi allarmi, e provare passione per le istituzioni, equipaggiamenti, e personale associato al fuoco. Possono passare il proprio tempo nella caserma dei pompieri, possono appiccare il fuoco per aggregarsi ai pompieri, o perfino diventare pompieri. I soggetti con questo disturbo provano piacere, gratificazione, o un sollievo dalla tensione quando appiccano il fuoco, assistono ai suoi effetti, o partecipano ai momenti che fanno seguito all’incendio. Il fuoco non è appiccato per motivi economici, come espressione di un’ideologia sociopolitica, per celare un’attività criminosa, per esprimere rabbia o vendetta, per migliorare le proprie circostanze di vita, o in risposta a un delirio o un’allucinazione. L’appiccamento di incendi non è causato da una compromissione del giudizio (come nella demenza o nel Ritardo Mentale). La diagnosi non viene fatta se l’appiccamento di incendi è meglio attribuibile ad un Disturbo della Condotta, un Episodio Maniacale, o un Disturbo Antisociale di Personalità.

Manifestazioni e disturbi associati


I soggetti con Piromania possono fare notevoli preparativi per appiccare un fuoco. Essi possono essere indifferenti alle conseguenze potenzialmente letali o lesive per la proprietà causate dal fuoco, oppure possono ricavare soddisfazione dalla distruzione della proprietà che ne risulta. I comportamenti possono portare a danneggiamento della proprietà, conseguenze legali, lesioni o morte di chi appicca il fuoco o di altri. I soggetti che appiccano fuochi impulsivamente (che possono presentare o meno la Piromania) spesso hanno un’anamnesi attuale o pregressa di Dipendenza o Abuso di Alcool.

Caratteristiche collegate a età e genere


Nonostante l’appiccamento del fuoco sia un problema considerevole nei bambini e negli adolescenti (più del 40% dei soggetti arrestati per reati di incendio doloso hanno meno di 18 anni), la Piromania sembra essere rara nella fanciullezza. L’appiccamento del fuoco in età giovanile è di solito associato a Disturbo della Condotta, Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività, o Disturbo dell’Adattamento. La Piromania insorge molto più frequentemente nei maschi, specie in quelli con scarse capacità sociali e difficoltà di apprendimento.

Prevalenza


La Piromania è apparentemente rara.

Decorso


Non vi sono dati sufficienti per stabilire un’età tipica di esordio della Piromania. La relazione tra l’appiccamento del fuoco nella fanciullezza e la Piromania in età adulta non è stata documentata. Nei soggetti affetti da Piromania, i casi di appiccamento del fuoco sono episodici e possono avere una frequenza fluttuante. Il decorso longitudinale è sconosciuto.

Diagnosi differenziale


È importante escludere altre cause di appiccamento di incendi prima di fare diagnosi di Piromania. L’appiccamento intenzionale del fuoco può avvenire per profitto, sabotaggio, o vendetta; per occultare un reato; per fare una rivendicazione politica (per es., un atto di terrorismo o di protesta); o per avere attenzione o un riconoscimento (per es., appiccare l’incendio per poi scoprirlo e fare la figura dell’eroe del giorno). L’appiccamento di incendi può anche avvenire nella fanciullezza come sperimentazione legata alla fase di sviluppo (per es., giocare con fiammiferi, accendini, o fuoco). Alcuni soggetti affetti da disturbi mentali usano appiccare il fuoco per comunicare un desiderio o un bisogno spesso diretto ad ottenere un cambiamento del tipo o della collocazione dei servizi che si occupano di loro. Questa forma di appiccamento del fuoco è stata descritta come “incendio doloso comunicativo”, e deve essere attentamente distinto dalla Piromania. Una diagnosi separata di Piromania non viene fatta quando l’appiccamento d’incendio si manifesta come parte di un Disturbo della Condotta, un Episodio Maniacale, o un Disturbo Antisociale di Personalità, oppure se si manifesta in risposta ad un delirio o un’allucinazione (per es., nella Schizofrenia) oppure se è dovuto agli effetti fisici diretti di una condizione medica generale (per es., l’epilessia). Non si dovrebbe fare diagnosi di Piromania neppure quando l’appiccamento d’incendio deriva da una compromissione del giudizio associata con demenza, Ritardo Mentale, o Intossicazione da Sostanze.
 

Fonte: DSM IV